Racconti erotici

Storie porno di coppie, single e gruppi

Le golose sito di incontri per adulti con orientamento xxl Social network per bbw e bhm.

La trasformazione di mia moglie (Parte 2 di 5)

L’uomo parlava molto e sentivo distintamente le loro voci. Evitavo naturalmente di guardarli, ad eccezione di qualche colpo d’occhio furtivo che mi ha permesso di constatare che l’uomo aveva posato una mano su una coscia di mia moglie e che lei, sempre evitando di guardarmi, lo fissava intensamente, sorridendogli. Lo sconosciuto sembrava aver capito immediatamente che quella bella donna provocante non chiedeva altro che di essere scopata, così le ha proposto di andare da lui, per chiacchierare più tranquillamente, bevendo qualcosa. Mia moglie ha subito accettato, posando a sua volta una mano sulla gamba di lui. L’uomo non abitava lontano da lì e li ho seguiti col cuore in gola. La teneva stretta a lui e potevo vedere che la sua mano le carezzava lentamente il seno destro. Sono rientrato a casa, ad aspettare il ritorno della bella infedele.
Mia moglie é rientrata sei ore dopo, con occhi lucidi di eccitazione e profondamente cerchiati. Poi ha raccontato che appena entrati in casa, l’uomo l’aveva baciata a lungo, palpandole i seni, che una delle sue mani le aveva massaggiato il sesso attraverso la piccola mutandina che offriva una ben fragile difesa. Non ha aspettato a lungo prima di infilarle parecchie dita nella sua intimità aperta e inondata, mentre lei si é tolta i vestiti per meglio offrisi alle carezze dell’uomo, di cui aveva tirato fuori il grosso cazzo per accarezzarlo con le sue mani delicate. Sempre continuando a masturbarla, l’ha portata in camera in letto, e qui si é opposto a che lei si togliesse gli stivali, cosa che ha eccitato moltissimo Anna.
Lei si é stesa sul letto e si é aperta le cosce, mentre l’uomo si spogliava guardandola intensamente. Si é sdraiato sopra di lei e si sono abbracciati appassionatamente. Eccitata dai baci e dalle carezze, mia moglie ha afferrato il sesso del suo amante e se lo é infilato nella sua vagina bagnata. L’ha scopata a lungo mentre Anna gemeva senza ritegno, e quando lo sperma si é sparso nella sua intimità mia moglie ha conosciuto un estremo piacere. Ha urlato e detto oscenità ma era incapace di ricordarsene con precisione. L’ha presa ancora, a tre riprese, scatenando in lei ogni volta orgasmi devastanti. Tra un amplesso e l’altro, l’uomo le ha chiesto di succhiargli il cazzo per farglielo rizzare. Anna lo ha fatto con grande piacere e si é piazzata a quattro zampe sopra di lui, il culo girato verso il viso del suo amante, dischiudendo leggermente le ginocchia, offrendogli così una bella vista ravvicinata dei suoi orifizi.
Mentre succhiava golosamente il cazzo dell’uomo che diventava sempre più duro dentro le sue labbra, Anna sentiva le dita del suo amante sfiorarle la vagina e il culo, alternativamente.
Una volta che l’ano é stato ben dilatato, l’uomo ha messo mia moglie davanti ad uno specchio e l’ha sodomizzata a lungo e intensamente.
Aveva grossi coglioni vellutati che sbattevano con un rumore sordo contro le chiappe della mia tenera ed infedele sposa che, col viso sulla coperta, mugugnava di piacere.
Mentre mi raccontava la sua avventura, Anna si era spogliata ma si era tenuta gli stivali e potevo vedere sul suo corpo tracce biancastre e lucide perché non si era lavata, spiegando al suo amante di un giorno che voleva tenere su di lei il suo odore, cosa che l’uomo aveva trovato eccitante e lusinghiera.
Eccitato dal suo racconto, ho chiesto ad Anna di mettersi nella stessa posizione davanti allo specchio perché volevo sodomizzarla a mia volta, facendole rivivere fedelmente quello che aveva vissuto col suo amante. Non ho avuto nessuna difficoltà ad incularla perché lo sperma e l’azione energica del suo amante, qualche ora prima, mi avevano aperto un strada maestra nella quale il mio cazzo é scivolato fino al nostro orgasmo simultaneo. I giorni seguenti, mentre io andavo a lavorare, mia moglie passeggiava sola, sempre vestita nello stesso modo arrapante, e la scena della prima volta si é ripetuta. Ben presto ha accelerato il ritmo perché uscendo presto la mattina trovava un amante per la mattina e uno per il pomeriggio.
La sera, quando rientravo a casa tremante di eccitazione, la trovavo nuda, coperta dello sperma dell’ultimo amante della giornata, felice, stanca, appagata. Mi raccontava tutto, le sue emozioni, le urla, le caratteristiche fisiche e psicologiche del suo amante. Alcuni erano molto perversi, la prendevano in modi che lei non conosceva, e la obbligavano ad un linguaggio osceno. Un ragazzo di 25 anni, che l’aveva portata in albergo, si era divertito ad ordinare parecchie volte da bere e a chiederle di restare nuda, con le gambe aperte, quando il cameriere entrava in camera. La notizia si era rapidamente diffusa tra il personale ed ogni volta il ragazzo cambiava.
Si mangiavano con gli occhi le grazie offerte di mia moglie, che stando sdraiata con le mani sotto la testa metteva in risalto le grosse tette dai capezzoli duri.
Anna provava un piacere violento ad essere guardata da altri uomini.
Non ha quindi protestato quando il suo amante ha voluto prenderla alla pecorina qualche secondo prima dell’arrivo del cameriere. Si era infilato dentro e la stava chiavando quando la porta si e aperta. Il ragazzo si é bloccato sulla porta, esitante, poi é entrato chiudendo la porta dietro di lui. Li ha guardati intensamente. L’amante di mia moglie le ha afferrato violentemente i capelli, obbligandola a girare la testa verso il ragazzo. Quest’ultimo poteva vedere i segni del piacere di mia moglie e sentire i suoi gemiti. Molto eccitata da questa situazione perversa, Anna ha cominciato a dire oscenità: – Il tuo cazzo mi piace! Ti prego, continua a fottermi, mi piace da morire! Ho voglia di sentirti sborrare dentro…
Il suo amante la chiavava sempre più intensamente, trattandola come una puttana, al che lei rispondeva: Sì! Sì, sono una puttana, sono la tua puttana! Mi piace che mi scopi davanti a questo tipo che ce l’ha duro perché ci guarda. Mi fai godere di più di mio marito, hai un grosso cazzo! Farò tutto quello che vorrai! Poi ha urlato tutto il suo piacere, lasciandosi cadere stravolta. … (segue)

Condividi con gli altri!
Categorie: Coppie - Prostitute